Villa d'Este – Tivoli

Piazza Trento, 5 00019 TIVOLI (RM)

Descrizione

Villa d’Este, dichiarata nel 2001 Patrimonio dell’Umanità UNESCO, rappresenta un capolavoro del giardino italiano con l’impressionante concentrazione di fontane, ninfei, grotte, giochi d’acqua e musiche idrauliche. Voluta dal cardinale Ippolito II d’Este, la Villa era quasi completata alla sua morte nel 1572. Il programma architettonico e iconologico fu ideato da Pirro Ligorio e realizzato da Alberto Galvani. Il palazzo fu decorato dai protagonisti del tardo manierismo romano. Ad ulteriori interventi nel XVII secolo seguì un periodo di decadenza, finché il cardinale Gustav Adolf de Hohenlohene rinverdì i fasti ospitando anche il musicista Franz Liszt. Fra gli anni Venti e Trenta del Novecento, acquisita dallo Stato italiano, la Villa fu restaurata e aperta al pubblico.

Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

  • Accesso

    Strada asfaltata, Raggiungibile con mezzi di grandi dimensioni, Raggiungibile in auto, Raggiungibile con mezzi fuoristrada
Alcune opere realizzate in questa location

Video Location

Contatti

Roma Lazio Film Commission

Via Tuscolana 1055 — 00173 Roma
Telefono: +39 06 72286273/320
Fax: +39 06 722 1127
Link utili
Note

Altre opere girate nella location:

- Film Sofia della casa di produzione Alimatika s.r.l regia di Andrianof Alexei;

- Lizzie McGuire - Da liceale a popstar (2003);

- L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente (1972) di Bruce Lee;

- Inside the Stones (2012), di Alessio Jim Della Valle;

- Souvenir d'Italie (1957) di Antonio Pietrangeli;

- Il Falco e la Colomba (2009), Serie TV di Giorgio Serafini; 

- Colpo grosso ma non troppo (1965) di Gérard Oury;

- 4 mosche di velluto grigio (1971) di Dario Argento;

- E ridendo l'uccise è (2005), di Florestano Vancini;

- Eaux d'artifice (1953), di ANGER, Kenneth.  


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it