Porto di Ancona

Porto di Ancona, Ancona, AN, Italia

Descrizione

I Dori, che nel 387 a.C. fondarono la città di Ancona, si fermarono in questo luogo per le possibilità che il porto naturale offriva. La costa infatti forma un gomito, da cui il nome Ancona (Ankon, gomito in greco), che offre un riparo naturale dal mare. Già nel III secolo a.C. il golfo era usato dai Piceni per gli scambi commerciali con i Greci.

In epoca romana il porto fu notevolmente ampliato, soprattutto dall'imperatore Traiano; in suo onore il senato e il popolo romano fecero costruire nell'area portuale un arco di trionfo. I Saraceni nel IX secolo saccheggiarono la città e distrussero il porto, che fu ricostruito e fortificato dall'XI secolo, nel periodo del libero comune e della repubblica marinara.

Nei secoli successivi, con la scoperta dell'America e lo spostamento dei traffici dal Mediterraneo all'Atlantico, il porto subì un drastico declino fino a quando Clemente XII non concesse il porto franco e finanziò la costruzione del Lazzaretto (Mole Vanvitelliana).

I bombardamenti inflitti durante le due guerre mondiali danneggiarono gravemente Ancona e l'area portuale, che fu ricostruita negli anni successivi. Oggi il Porto di Ancona è primo in Italia per numero di vetture imbarcate e per numero di passeggeri (diretti soprattutto verso l'Europa orientale); tra i primi sei dell’Adriatico per le merci in contenitore, tra i primi in Italia per la pesca.

Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

  • Accesso

    Raggiungibile con mezzi di grandi dimensioni, Raggiungibile in auto, Raggiungibile a piedi
Alcune opere realizzate in questa location
Contatti

Marche Film Commission — Fondazione Marche Cultura

Piazza Cavour 23 — 60121 Ancona
Telefono: +39 071 9951 623/624/625
Link utili

Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it