Acquedotto di Nepi

Nepi, VT, Italia

Descrizione

L'Acquedotto di Nepi è un'opera di ingegneria idraulica realizzata in due differenti momenti storici. Iniziato nella seconda metà del XVI secolo, dal 1559-1563, vi pose mano, senza successo, anche il celebre architetto Vignola e venne completato tra il 1702 ed il 1727. Lungo circa tre miglia, copre la distanza tra la sorgente, nota come "La Botte", in località Varano, e le mura della città.

Per gran parte della sua lunghezza, le condutture sono interrate, mentre nella località che, in virtù della loro presenza, è stata ribattezzata “Gli archi”, sorgono 36 fornici d’ispirazione classica (285m per un'altezza di circa 20m) finalizzati a superare un vallone, scavato dal torrente Falisco a ridosso del bastione delle fortificazioni di Antonio Sangallo il Vecchio.

Tra le più celebri sequenze cinematografiche girate con l’acquedotto di sfondo, va ricordata quella iniziale de L’Armata Brancaleone (Monicelli, 1966) che, seppur ambientato nel Medioevo, utilizza la struttura settecentesca come una perfetta scenografia.


Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

  • Accesso

    Strada asfaltata, Raggiungibile con mezzi di grandi dimensioni, Raggiungibile in auto
Alcune opere realizzate in questa location
Contatti

Roma Lazio Film Commission

Via Tuscolana 1055 — 00173 Roma
Telefono: +39 06 72286273/320
Fax: +39 06 722 1127

Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it