Castello Quistini

Via Sopramura, 3/A, 25038 Rovato, BS, Italia

Descrizione

Conosciuto anche come Palazzo Porcellaga, dal cognome del nobile Ottaviano che lo fece costruire nel 1560 come residenza fortificata sostitutiva del Castello di Rovato.

Venne edificato in un territorio dove si alternavano dominazione veneta e francese, per questo fu spesse volte sede di diverse guarnigioni militari. Durante la seconda metà del 1500 era infatti prassi comune che i nobili costruissero palazzi fortificati nelle campagne, cintati da mura difensive per proteggerli dalla numerose battaglie dell'epoca.

Castello Quistini rappresenta uno degli ultimi esempi di queste architetture e possiede una cinta muraria a forma di pentagono irregolare con mura sottili, ma anche cinque torrioni agli angoli e una torre di quattro piani posta all'interno. Per la costruzione venne utilizzata la pietra "serena" tipica dell'area del Lago d'Iseo (pietra di Sarnico), con la quale vennero costruiti molti altri palazzi e cascine della Franciacorta. Nonostante parte del castello sia privata, è possibile visitare alcune sale, tra cui la Sala Grottesca e il Salone che, con i suoi 150 mq, è la sala ad unica campata più grande della Franciacorta.

Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

Contatti

Fondazione Lombardia Film Commission

Corso San Gottardo 5 — 20136 Milano
Telefono: +39 02 89410090
Fax: +39 02 89422766
Link utili

Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto delle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it