Ex Cementeria

Alzano Lombardo, BG, Italia

Description

Il complesso dell'ex cementeria di Alzano Lombardo (BG) risalente alla fine dell’800, porta la firma dell’architetto milanese Ernesto Pirovano e si trova al capolinea di quella che un tempo era la ferrovia della val Seriana (ora metropolitana leggera Bergamo-Albino). Già dalla sua originaria destinazione (quella appunto di fabbrica di cemento) l'edificio era curatissimo nei particolari, studiati per dare il giusto risalto agli spazi orizzontali (le loggette all’esterno, le finestre binate in successione) e a quelli verticali (le ciminiere, che così diventano elementi architettonici integrante dell’intera struttura).

La struttura è stata riconvertita in uno spazio polifunzionale che accoglie residenze, uffici, laboratori, posti auto e altro ancora. Il piano terra, composto da due saloni colonnati con navate comunicanti, è oggi uno spazio espositivo che può ospitare mostre, convegni, sfilate, matrimoni, attività ricreative, col preciso scopo di far convivere l’arte con la vita di tutti i giorni. Racchiude al suo interno la prestigiosa collezione delle opere d'arte raccolte da Tullio Leggeri in cui figurano, tra gli altri, autori come Mario Airò, Maurizio Cattelan, Tony Cragg, Gino De Dominicis, Wim Delvoye, Stefano Arienti, John Armleder, Cai Guo-Qiang, Vanessa Beecroft, Alberto Garutti.

Technical specifications

  • Water

    No
  • Electricity

    No
Contacts

Fondazione Lombardia Film Commission

Corso San Gottardo 5 — 20136 Milano
Phone: +39 02 89410090
Fax: +39 02 89422766
Useful links

Italy for Movies is the national portal for locations and film and audiovisual production incentives. A project launched in 2017 by the Directorate Generals for Film and Tourism of the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism (become Ministry for Cultural Heritage and Activities with legislative decree n. 86 of 12/07/2018, subsequently converted into Law 97/2018 with modifications which transferred all the functions and responsibilities relating to Tourism to the Ministry of Agriculture and Forestry), and run by Istituto Luce Cinecittà in partnership with the Italian Film Commissions Association.
CREDITS
info@italyformovies.it