Anfiteatro Romano di Larino

Anfiteatro Romano di Larino, Via Dante Alighieri, Larino, CB, Italia

Descrizione

Perfettamente visibile nell'odierno centro abitato, l'anfiteatro dell'antica Larinum (Larino) è un monumento di grande rilievo sul piano archeologico. I fondi per la sua costruzione furono lasciati in eredità alla città dall'aristocratico Capito, alla fine del I sec. d.C., come testimonia un'iscrizione rinvenuta presso il sito e un tempo murata al di sopra di uno dei quattro ingressi dell'arena.

Originario di Larinum, magistrato e patrono della città, Capito aveva percorso diverse tappe della carriera senatoria a Roma, dove aveva probabilmente assistito ai lavori per la costruzione dell'Anfiteatro Flavio. Ispirandosi agli imperatori Vespasiano e Tito, il senatore scelse di imitarli, arricchendo il municipium con un'arena di forma ovale, per la costruzione della quale fu sfruttata la collina tufacea presente nell'area. L'edificio, oggi mancante di buona parte dell'alzato, era interamente rivestito di blocchi di pietra e dotato di velario, ambienti di servizio e sistemi sotterranei di accesso all'arena per i gladiatori e le belve feroci.

Classificabile come anfiteatro medio-piccolo, al pari della struttura rinvenuta a Venafro, l'edificio di Larinum poteva ospitare tra i 10.000 e gli 11.000 spettatori. In seguito alla sua costruzione, la vita sociale della città subì certamente un'evoluzione. Gli anfiteatri erano spazi entro i quali si manifestavano le differenze tra i diversi ceti, mettendo in rilievo le classi aristocratiche che occupavano le prime file. I magistrati cittadini, a loro volta, si assumevano l'onere di organizzare spettacoli destinati a intrattenere i concittadini e gli spettatori provenienti dalle comunità vicine. L'organizzazione di un munus gladiatorio o di una venatio, tuttavia, non era affare di poco conto. Una spesa eccessiva poteva ridurre sul lastrico l'organizzatore, mentre un eccessivo risparmio, risultante in scontri noiosi o di bassa qualità, poteva costare caro in termini di consenso popolare. L'anfiteatro rimase in uso fino alla metà del III sec. d.C.


Fonte: Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Molise

Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

  • Accesso

    Strada asfaltata, Raggiungibile con mezzi di grandi dimensioni, Raggiungibile in auto, Raggiungibile con mezzi fuoristrada

Video Location

Promo Molise - Italy for Movies

Contatti

MoliseCinema Film Festival

Telefono: 0874 016012
Link utili
Note

Per il supporto alla realizzazione del materiale fotografico si ringrazia la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Molise.


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it