Castello di Lagnasco

https://www.google.it/maps/place/Castelli+Tapparelli+D'Azeglio/@44.6236352,7.5547907,206m/data=!3m1!1e3!4m12!1m6!3m5!1s0x12cd4f122429d785:0xcc0816c532c43560!2sCastelli+Tapparelli+D'Azeglio!8m2!3d44.6235073!4d7.5553524!3m4!1s0x12cd4f122429d785:0xcc0816c532c43560!8m2!3d44.6235073!4d7.5553524?hl=it

Descrizione

Castello di impianto medievale (XII secolo), con varie sovrapposizioni di epoche, ristrutturazioni e utilizzi anche poco oculati (nel 900 è stato utilizzato come casa popolare), arriva ai giorni nostri in condizione di abbandono. Parzialmente recuperato dal Comune di Lagnasco, che ne è proprietario, è oggi sede di un'esposizione permanente, ma rimangono ancora da recuperare molti spazi.

Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

  • Accesso

    Sterrata, Raggiungibile con mezzi di grandi dimensioni, Raggiungibile in auto
Contatti

Film Commission Torino Piemonte

Via Cagliari 42 — 10153 Torino
Telefono: +39 011 2379201
Fax: +39 011 2379298
Link utili
Note

I Castelli dei Marchesi Tapparelli D’Azeglio di Lagnasco si presentano come un complesso castellato che ingloba tre diversi edifici nati sul finire dell’ XI° secolo e sviluppatisi fino al XVIII°. La costruzione ebbe inizio intorno al 1100 per opere dei Marchesi di Busca, i quali costruirono un fortilizio difensivo corrispondente all’attuale manica centrale. Nella prima metà del XIV° secolo, in un epoca caratterizzata da continue lotte territoriali e che vide come protagonisti anche gli Angiò, il primo nucleo dei Castelli venne ampliato e riorganizzato da Manfredo IV di Saluzzo. Dimora ufficiale della signoria dei Tapparelli a partire dalla seconda metà del 1300, i Castelli videro nel XVI° secolo il periodo di maggior rinnovamento architettonico ed artistico grazie al volere di Benedetto I° Tapparelli, figura eclettica e raffinata, giudice in Saluzzo durante il dominio francese di re Francesco I . Sul finire del XIX° secolo Emanuele D’Azeglio Tapparelli, ultimo discendente della signoria, riportò sotto il suo controllo l’intero complesso negli anni condiviso con altre famiglie nobili. Alla sua morte, avvenuta nel 1890, i Castelli e le terre vennero messi a disposizione della comunità, rispettando il volere di un uomo nobile di spirito oltre che di rango. Nel 1998 ebbero inizio i lavori di riqualificazione del complesso che durarono fino al 2008, riportando alla luce un inaspettato scrigno di meraviglie e splendida testimonianza di evoluzione artistica ed architettonica plurisecolare.


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it