Saline Conti Vecchi

FAI - Saline Conti Vecchi, Località Macchiareddu-Grogastu I, CA, Italia

Descrizione

Fino agli inizi del Novecento lo Stagno di Santa Gilla alle porte di Cagliari era una palude infestata dalla malaria finché l’Ing. Luigi Conti Vecchi non presentò un progetto ambizioso e innovativo che avrebbe cambiato il destino di tutta l’area: bonificare lo stagno impiantandovi una moderna salina.

Nel 1921 il progetto è finanziato e approvato dallo Stato Italiano. Già dagli anni Trenta del Novecento, la salina è uno stabilimento all’avanguardia, completamente autosufficiente e basato sull’eco-sostenibilità: si fonda infatti su una catena produttiva integrata a sviluppo circolare, dove non si butta nulla e tutto si ricicla.

Nel 2016 il FAI prende in gestione una parte del vecchio stabilimento, ne crea un museo industriale tra le vecchie officine, archivi storici e laboratori del sale, raccontando la storia di un’industria pulita e del suo particolare valore ambientale: la Salina è un oasi naturale per migliaia di uccelli acquatici tra cui i famosi fenicotteri rosa che si possono ammirare ad occhio nudo. Gli ambienti museali immortalano la storia dell’industria del sale degli anni Trenta con gli arredi originali, i faldoni dell’archivio, i prototipi per i pezzi di ricambio dei macchinari, il laboratorio chimico e l’atmosfera sobria e laboriosa degli uffici della direzione, il tutto inserito nel contesto unico delle colorate vasche salanti che si estendono fino all’orizzonte e che ancora oggi sono in funzione per l’estrazione del sale.

Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

  • Accesso

    Strada asfaltata, Sentiero, Raggiungibile con mezzi di grandi dimensioni, Raggiungibile in auto, Raggiungibile con mezzi fuoristrada

Video Location

FAI - Saline Conti Vecchi, Assemini (CA)

Contatti

FAI - Fondo Ambiente Italiano

Via Carlo Foldi 2 - 20135 Milano
Telefono: +39 02 46 76 15 393
Link utili

Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it