Villa Necchi Campiglio – Milano

FAI - Villa Necchi Campiglio, Via Mozart, Milano, MI, Italia

Descrizione

In un signorile e tranquillo quartiere del centro di Milano, circondata da un incantevole giardino corredato da campo da tennis e piscina, sorge la Villa Necchi Campiglio progettata dall’architetto Piero Portaluppi nei primi anni Trenta.

L’edificio è caratterizzato da ampi volumi, con un piano terra che fungeva da prestigiosa zona di rappresentanza, compreso il magnifico spazio verandato sul verde, e quello superiore che era adibito a zona notte. Lo splendore degli arredi déco, degli oggetti d’uso e di importanti pezzi d’arte è stato impreziosito in tempi recenti dal lascito delle collezioni de’ Micheli e Gian Ferrari, ricche di opere: da Tiepolo e Canaletto fino a Sironi, De Chirico, Martini e Wildt.

Dal novembre 2017 la villa si è arricchita della Collezione Guido Sforni (1935-1975): 21 opere su carta di grandi artisti del Novecento come Picasso, Fontana, Modigliani, Matisse e altri. Nel 2001 le sorelle Necchi affidarono la dimora al FAI per farne un luogo da vivere e frequentare.

Specifiche tecniche

  • Acqua

  • Energia Elettrica

  • Accesso

    Strada asfaltata, Raggiungibile con mezzi di grandi dimensioni, Raggiungibile in auto, Raggiungibile con mezzi fuoristrada
Alcune opere realizzate in questa location

Video Location

FAI – Villa Necchi Campiglio – Milano

Contatti

FAI - Fondo Ambiente Italiano

Via Carlo Foldi 2 - 20135 Milano
Telefono: +39 02 46 76 15 393
Link utili
Note

Disponibilità degli spazi

Sale Pomara Scibetta – basement: 3 sale contigue polifunzionali, 200mq

Sala da pranzo: piano nobile della casa museo, unica sala di 43 mq

Sala Buzzi – Mansarda: 2 sale contigue polifunzionali 90mq + 20mq

Campo da Tennis: 1 sala polifunzionale 380mq più blocco servizi (4 toilette, guardaroba e locale tecnico)

Giardino: 2000mq parzialmente calpestabile con piscina storica non balneabile.


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it