Laguna di Venezia

Unnamed Road, 30010 Campagna Lupia VE, Italy

Descrizione

La laguna di Venezia ha una lunghezza di circa 55 chilometri, compresa tra il fiume Sile a Nord ed il Brenta a Sud. Con una larghezza che varia tra i quattro e i dieci km, ha una estensione complessiva di 549 chilometri quadrati. L'80% di questa superficie viene costantemente sommersa dalle acque, il 10% viene sommerso solo parzialmente, le cosiddette barene o velme, mentre solo il 5% è composto di isole costantemente fuori dall'acqua.

La profondità media è di un metro, ma calcolando che l'escursione di marea è di circa 70cm si può ben capire che parte di laguna sommersa da poca acqua, viene ad essere all'asciutto, mentre in caso di Acqua Alta parte delle isole viene sommersa.

Verso la terraferma, sulla quale si affacciano i paesi rivieraschi, la laguna si presenta ad arco, mentre una linea verticale, fatta da un susseguirsi dei quattro lidi, Cavallino, Lido, Pellestrina e Sottomarina, la divide dal mare Adriatico. Solamente dalle tre bocche di porto passano le acque, che con il rituale movimento della marea alimentano, di sei ore in sei ore, con il suo lento respiro, la vita nella laguna.

Le lagune sono ambienti pieni di vita, ambienti sempre in evoluzione; inoltre, come tutte le aree umide, sono importantissime dal punto di vista ecologico, per la possibilità di difendere i volatili e di mantenere un rapporto corretto tra coste e mare. Esse sono caratterizzate da acque basse e salmastre che però coprono a volte – a seconda delle maree – le zone di terra e sabbia sulle quali l’alta marea trova sfogo inondandole ciclicamente, chiamate barene e velme, mentre le parti un po' più alte sono dette motte.

Sono attraversate da piccoli corsi d'acqua interni che si chiamano ghebi; gli specchi d'acqua possono essere chiamati valli o ciari. I punti in cui la laguna si apre verso il mare si chiamano bocche.

I canali di diversa profondità e larghezza offrono alle imbarcazioni lagunari la possibilità di spostarsi tra le une e le altre. La loro natura limo-argillosa le fa elevare poco dal livello dell’acqua, dalla quale si staccano ora in maniera graduale ora in modo netto e verticale.

I canali più profondi si trovano quindi in prossimità delle Bocche di Porto per l'elevata velocità dell'acqua che ne scava il fondo. 

Gran parte della vegetazione autoctona consiste in piante particolarmente tenaci all’acqua di mare che nella tarda estate fioriscono sulle medie barene con magnifici fiorellini viola donando ai visitatori un ambiente caratteristico, meraviglioso, colorato e vivace.

I sedimenti trasportati dal mare portano alla formazione di secche, dette velme, ove trovano riparo tra le basse acque piccoli crostacei come la pulce d’acqua le schie o piccoli gamberetti. 

Nelle zone che vengono coperte dalle acque più spesso si trovano le salicornie e lo zostereto, piante basse che però con le loro radici consolidano il terreno; su quelle allagate meno spesso cresce la pulcinellia. Nelle motte e nelle isole troviamo le tamerici, l'agropireto, il santonico.

Gli animali che si possono trovare in laguna sono numerosi: molluschi, insetti, rettili e piccoli mammiferi. Gli uccelli qui trovano facilmente cibo, anche “pescando” nell'acqua bassa o nutrendosi di insetti. Ci sono i cormorani, le folaghe, gli uccelli pescatori, gli svassi, le anatre tuffatrici, e poi gli aironi di vario tipo, come il cinerino e quello bianco più piccolo detto garzetta. Spesso gli uccelli vi fanno il nido o vi si fermano in caso di migrazione. Sempre più spesso nelle lagune attorno a Venezia e Jesolo, per esempio, si vedono i fenicotteri rosa, che ormai si spingono sempre più a nord a causa del riscaldamento della temperatura. 

Parte della laguna è occupata da aziende ittiche che praticano la vallicoltura. Questa è qui praticata da tempo immemorabile. Solo dopo la caduta della Repubblica le valli sono state chiuse con argini fissi favorendo gli insediamenti degli aironi e degli altri migratori.

La navigazione in laguna diverrebbe difficile se il limite delle velme non fosse segnalato da pali infissi nel fondo. Queste vengono chiamate mede quando sono singole e bricole quando sono in gruppi di tre. All’inizio dei canali oltre alle tre ne viene piantata una quarta al centro delle altre e formano le dame.

La laguna veneta è punteggiata di numerosissime isole. Di isole della Laguna, tra quelle abitate o non, diventate solo discariche o meta di turisti o addirittura scomparse sotto il livello del medio mare, se ne contavano più di settanta.

La navigazione in laguna viene fatta con barche spesso a fondo piatto, perché l'acqua è poco profonda. Molte parti – circa il 15% – delle zone lagunari sono dedicate alle valli da pesca.

https://venicewiki.org/wiki/Laguna_veneta

Contatti

Veneto Film Commission

Cannaregio 168 - 30121 Venezia
Telefono: +39 041 279 2117/2604/3901
Fax: +39 041 2792783
Link utili
Note

Scheda realizzata in collaborazione con Venice Film Commission.

La Venice Film Commission è stata istituita nel 2004 dal Comune di Venezia nell'ambito del Progetto Europeo “Film Cities”. Lo Sportello Cinema, parte della VFC, è il primo passo verso la realizzazione del set a Venezia.

Fornisce tutte le informazioni necessarie sugli aspetti burocratici e logistici per ottenere le autorizzazioni a girare nel centro storico di Venezia e nell'area circostante. Funge da collegamento tra la Produzione e i vari uffici e istituzioni semplificando così la comunicazione e le procedure per ottenere autorizzazioni e permessi dai diversi soggetti coinvolti. Fornisce inoltre contatti di professionisti e imprese al fine di promuovere le maestranze locali e trovare ogni tipo di risorsa tecnica disponibile nell'area.

Lo Sportello Cinema della Venice Film Commission ha ospitato e supportato oltre mille produzioni, documentari, programmi televisivi, pubblicità, lungometraggi, tra questi ultimi Il Mercante di Venezia (2004), Casanova (2005), 007-Casino Royale (2006), Dieci Inverni (2009), The Tourist.


Sportello Cinema
Venice Film Commission
Comune di Venezia
tel. +39 041 274 7928
email venicefilmcommission@comune.venezia.it


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it