Banditi a Orgosolo

Michele, un pastore di Orgosolo, è sospettato di abigeato e dell'uccisione di un carabiniere. È innocente ma sceglie di darsi alla latitanza assieme al fratello minorenne Giuseppe. La disperazione per la perdita del gregge lo trasforma in un vero bandito.

Genere

Film drammatico

Regia

Vittorio De Seta

Cast

Michele Cossu, Peppeddu Cuccu, Vittorina Pisano

Paese di produzione

Italia

Anno

1961

Produzione

Titanus

Premi

Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia 1961: Migliore opera prima / Nastro d'argento 1962: Migliore fotografia a SNGCI / Premio San Giorgio d'Argento / Premio "Cinema Nuovo" Targa d'Oro 1961 / Premio della Federazione Italiana dei Circoli del Cinema
Banditi a Orgosolo

I luoghi


La Sardegna di questo film è un territorio ancestrale, aspro, noto solo a chi lo vive tutti i giorni come i pastori protagonisti del film.
Michele è un pastore di Orgosolo (NU), che vive la sua vita “come un latitante” sempre tra i pascoli, lontano dal paese e dalla gente, alla quale ha sostituito le pecore acquistate con tanti sacrifici. Sua unica compagnia umana è il fratellino Giuseppe.
Quando un gruppo di banditi si rifugia al suo ovile, la sua vita cambia: sospettato di far parte della banda si dà alla latitanza (quella vera) nascondendosi nel Supramonte, territorio impervio e inaccessibile, per secoli rifugio, appunto, di banditi e pastori, che si estende per circa 3.360 ettari nel cuore della Barbagia. La sua natura è selvaggia e incontaminata e vi si incontrano gole, grotte e anfratti oltre ai suggestivi tacchi calcarei di Monte San Giovanni e Monte Fumai.

Visita il territorio


Orgosolo

Scopri i film girati negli stessi luoghi


L'arbitro - Le favole iniziano a Cabras

Scopri di più sulle location


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it