Io sono l'amore

Tancredi Recchi e sua moglie Emma appartengono all’alta borghesia lombarda e vivono con i loro tre figli in una villa a Milano. Alla freddezza di Tancredi e del figlio Gianluca si contrappongono gli altri componenti della famiglia, in particolare Edoardo, che decide di aprire un ristorante con il giovane chef Antonio. L’arrivo di questo ragazzo porterà alla rottura dei legami, tanto da convincere Emma a fuggire spesso nella campagna e lungo le coste liguri alla riscoperta dell’amore.

Genere

Film drammatico

Regia

Luca Guadagnino

Cast

Tilda Swinton, Flavio Parenti, Edoardo Gabbriellini, Alba Rohrwacher, Pippo Delbono, Maria Paiato, Diane Fleri, Waris Ahluwalia, Gabriele Ferzetti, Marisa Berenson  

Paese di produzione

Italia

Anno

2009

Produzione

First Sun, Mikado Film, Rai Cinema, La Dolce Vita Productions, Pixeldna

Premi

Nastro d'argento 2010: Nastro d'argento europeo a Tilda Swinton
Io sono l'amore

Per tutto il film si contrappongono una città elegante e impeccabile come Milano e l’ambiente più rurale e vitale della natura ligure.
Milano viene presentata in tutta la sua magnificenza attraverso diverse inquadrature del Duomo e percorrendo le vie del centro, da Corso Venezia a Via Vivaio fino al quadrilatero che da Via Senato arriva a Via Mozart. E' qui che si trova la residenza della famiglia Recchi. Si tratta di Villa Necchi Campiglio, fiore all’occhiello dell’architettura milanese, progettata dall’architetto Piero Portaluppi e dal 2001 donata al Fai, che l’ha riportata al vecchio splendore.
All’opposto la natura e l’ambiente semplice vissuto da Antonio, dove condurrà anche Emma, è quello dei comuni liguri di Sanremo, Dolceacqua e Castel Vittorio. La natura incontaminata, le strade di campagna e la suggestione dei borghi, rappresentano per Emma la via di fuga da una vita fredda e senza amore. 

Scopri di più sulle location


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it