Double Dragon 3: The Rosetta Stone

Terzo capitolo della serie Double Dragon, il titolo è un beat ‘em up o picchiaduro a scorrimento orizzontale. Il giocatore prende il controllo di Billy, Jimmy e i loro compagni di avventura lungo un vero e proprio giro del mondo. Il gioco si dipana lungo cinque livelli, al termine di ognuno dei quali bisogna affrontare un boss.

Genere

Picchiaduro a scorrimento

Anno

1990

Produzione

Technos Japan

Sviluppo

East Technology
Double Dragon 3: The Rosetta Stone

I luoghi


La missione del giocatore è quella di ritrovare le tre “Pietre di Rosetta”, che una volta riunite possono risvegliare un potente guerriero a guardia di un inestimabile tesoro. Una di queste pietre mistiche si trova in Italia: la location scelta dagli sviluppatori coincide con un singolo livello del gioco ambientato all'interno del Colosseo. L’anfiteatro è rappresentato in una fase decadente: il giocatore si ritrova infatti ad attraversare alcune rovine, cercando di respingere la presenza costante dei nemici. Questi ultimi sono anch'essi legati alla storia romana, seppur con qualche libertà videoludica. Arcieri con armature da gladiatore cercheranno in tutti i modi di fermare l’avanzata del giocatore. Ad attenderlo, alla fine dello stage, ci sarà il boss Giuliano, un gladiatore che tenterà di investirlo con il suo cavallo, attaccando senza sosta con la sua lunga lancia e parando gli attacchi del giocatore con uno scudo.

Visita il territorio


Roma

Scopri di più sulle location


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it