Il Nome della Rosa

Tratto dal best seller di Umberto Eco Il nome della Rosa. Una serie di delitti sconvolge la routine di un monastero benedettino sperduto tra i monti dell’Italia settentrionale negli ultimi giorni di novembre del 1327. Il frate Guglielmo da Baskerville, in visita al monastero per un concilio francescano, è chiamato ad indagare.

Genere

Serie tv – 8 episodi

Regia

Giacomo Battiato

Cast

John Turturro, Damian Hardung, Rupert Everett, Michael Emerson, Sebastian Koch, Antonia Fotaras, James Cosmo, Richard Sammel, Fabrizio Bentivoglio, Greta Scarano, Stefano Fresi, Piotr Adamczyk

Paese di produzione

Italia, Germania

Anno

2019

Anno di ambientazione

1327

Produzione

11 Marzo Film, Palomar, Rai Fiction, Tele München
Il Nome della Rosa

I luoghi


La serie è stata girata principalmente a Cinecittà, dove, oltre a 3 teatri di posa, si è usata un’area esterna di 4.000mq, in cui è stata ricostruita l’abbazia, con tanto di chiesa, stalle, chiostro, dormitori, fucine, ospedale e la biblioteca, costruita prima in teatro e poi all’aperto per inscenare l’incendio.

Restando nei dintorni, alcune scene di vita popolare sono state girate nel suggestivo Parco del Tuscolonella zona di Monte Porzio Catone, e a Manziana, comuni della città metropolitana di Roma.

Le riprese degli esterni hanno poi interessato l’Umbria, in particolare il borgo di Bevagna (PG), tra la Chiesa di San Silvestro e il Mercato Coperto, e il centro di Perugia, dove la cornice medievale di Piazza IV Novembre e del Palazzo dei Priori ha fornito l’ambientazione per il rogo di Pietro da Todi, bruciato per ordine dell’inquisitore.

Altro sfondo memorabile per ricreare le atmosfere del romanzo di Eco è la Majella, cuore montuoso d’Abruzzo. Alcune riprese esterne hanno inoltre riguardato il Castello di Roccascalegna (CH) e i paesaggi carichi di mistero delle Gole di Fara San Martino (CH) e dell’Eremo di Santo Spirito a Roccamorice (PE).


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it