Quo vado?

Checco ha il posto fisso, l’ufficio di fronte all’abitazione dove ancora vive con i genitori, un’eterna fidanzata che non intende sposare. La sua vita è perfetta fin quando una riforma della Pubblica Amministrazione che abolisce le province lo costringe a scegliere tra dimettersi o essere trasferito lontano da casa.

Genere

Film commedia

Regia

Gennaro Nunziante

Cast

Luca Medici aka Checco Zalone, Eleonora Giovanardi, Sonia Bergamasco, Maurizio Micheli, Lino Banfi, Ludovica Modugno, Ninni Bruschetta, Paolo Pierobon, Angela Napa, Fabio Casale, Adam Nour Marino, Massimiliano Montgomery

Paese di produzione

Italia

Anno

2015

Produzione

Taodue

Premi

Nastro d'argento 2016: Miglior produttore a Pietro Valsecchi / Ciak d'oro 2016: Migliore attrice non protagonista a Sonia Bergamasco
Quo vado?

Conversano (BA) è al centro del mondo di Checco. L’Ufficio provinciale di caccia e pesca dove lavora è in Piazza XX Settembre (la sede del Comune di Conversano) di fronte all’abitazione dove ancora vive con i genitori. Riconosciamo la torre dell’orologio della cittadina sullo sfondo di una scena in cui Checco, seduto in terrazza, sceglie la pasta da una valigetta che gli porge l’adorata madre. Il ristorante dove Checco, per risolvere i suoi problemi, vuole chiedere in sposa Penelope è il Castello Marchione a pochi chilometri da Conversano. Al rientro dopo una lunga assenza, il pullman lascia Checco davanti alla torre cilindrica del Castello di Conversano. Altra location cittadina è Largo Cattedrale.

Arrivato a Roma Checco chiama la fidanzata avendo alle spalle il Fontanone dell’Acqua Paola. Poco lontano, al Gianicolo (sullo sfondo il muro in cui è incisa la Costituzione e una magnifica veduta della capitale), incontra il compaesano senatore Binetto che lo consiglia su come comportarsi in merito al lavoro. Non volendo rinunciare al posto fisso Checco viene mandato in Val di Susa (in una breve scena si riconosce la Sacra di San Michele, abbazia arroccata in cima al monte Pirchiriano) poi in Sardegna in provincia di Nuoro (per pochi secondi compare il colle di Santu Antine e il sottostante comune di Genoni che tuttavia non si trova nel nuorese ma nel Sarcidano in provincia del Sud Sardegna), poi a Lampedusa (di cui si intravede la costa).

A Castrovizzo, sull’Aspromonte, Checco diventa un Forestale, ma in realtà siamo a Cervara di Roma (RM). Il Parco delle Star dove Valeria si prende cura degli animali è ad Aprilia (LT). L’Africa è stata ricreata in provincia di Latina, tra il Parco di Fogliano e il Parco Nazionale del Circeo.

Alcune parti del film sono state girate realmente all’estero: uno dei tanti trasferimenti a cui viene sottoposto porta Checco al Polo Nord presso la base artica Dirigibile Italia a Ny-Ålesund, sulle Isole Svalbard in Norvegia, mentre il paese dove Checco impara ad essere più civile è Bergen, la capitale dei fiordi, sempre in Norvegia.

Visita il territorio


Parco Nazionale del Circeo


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it