Luna Nera

Nell’Italia del XVII secolo, Ade, una levatrice di 16 anni, viene accusata di stregoneria in seguito alla morte di un neonato. Trovato rifugio in una misteriosa comunità di donne, la ragazza è costretta a scegliere tra l’amore impossibile per Pietro, figlio del capo dei Benandanti, i cacciatori di streghe, e l’adempimento del suo vero destino.

Genere

Serie tv – 6 episodi

Regia

Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli, Paola Randi

Cast

Antonia Fotaras , Giada Gagliardi, Adalgisa Manfrida, Manuela Mandracchia, Lucrezia Guidone, Federica Fracassi , Barbara Ronchi, Giorgio Belli, Gloria Carovana, Giandomenico Cupaiolo, Filippo Scotti, Gianmarco Vettori, Aliosha Massine, Nathan Macchioni, Roberto De Francesco, Emili Mastrantoni, Astrid Meloni, Daniele Amendola, Marilena Anniballi, Mariano Pirrello

Paese di produzione

Italia

Anno

2019

Anno di ambientazione

XVII secolo

Produzione

Fandango
Luna Nera

I luoghi


Le 16 settimane di riprese di questa serie fantasy hanno coinvolto gli Studios di Cinecittà dove sono state ricostruite le scenografie del XVII secolo. Serra, il piccolo villaggio della campagna laziale da dove partono le azioni dei Benandanti e dove vivono Pietro e la sua famiglia è in realtà Celleno (VT), borgo fantasma in cima ad uno sperone di tufo circondata da gole, rupi, cascate e stagni. Fanno parte dello scenario anche Sorano (GR), in particolare le aree in prossimità delle Vie Cave e la strada che conduce alla Porta dei Merli, che costituisce l’ingresso al villaggio. Ade se la lascia alle spalle quando scappa con il fratellino Valente aiutata da Pietro; le streghe sembrano attraversarla la notte della festa delle candele. Il borgo visto in lontananza, da cui scoppiano i fuochi d’artificio, e che il cattivo Marzio Oreggi guarda per l’ultima volta prima scappare con il libro magico, è invece il Castello di Montecalvello (frazione di Viterbo), noto per essere appartenuto, negli anni Sessanta, al celebre artista parigino Balthus. Alcune scene hanno coinvolto anche Sutri (VT).

Ade e Valente trovano rifugio al limitare del bosco, alla cui ombra un gruppo di streghe riescono a nascondersi. La fitta vegetazione di querce, cerreti, aceri e carpini, è quella della Selva del Lamonte, area naturale protetta a nord di Viterbo. Immerso tra i boschi, raggiungibili attraverso sentieri e passaggi segreti, in un’atmosfera magica e selvaggia, si trova il rifugio delle streghe, introdotto da Monterano Vecchia (RM), città fantasma di cui spiccano la Chiesa di San Bonaventura e i resti di un acquedotto del XVII secolo.


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it