Nostalghia

Un poeta sovietico, in Italia per scrivere la biografia di un compositore russo del XVIII secolo, conosce a Bagno Vignoni il vecchio Domenico soprannominato da tutti “il matto” che gli chiede di compiere un rito salvifico: attraversare con una candela accesa la piscina di Santa Caterina.

Genere

Film drammatico

Regia

Andrej Tarkovskij

Cast

Erland Josephson, Domiziana Giordano, Oleg Yankovskiy, Piero Vida, Milena Vukotic, Delia Boccardo, Livio Galassi, Rate Furlan, Laura De Marchi, Oleg Yankovskiy, Patrizia Terrena, Alberto Canepa

Paese di produzione

Italia, Unione Sovietica

Anno

1983

Produzione

Opera Film

Premi

Festival di Cannes 1983: Miglior regista a Andrej Tarkovskij
Nostalghia

I luoghi


Girato tra Lazio, Umbria e Toscana, Nostalghia mostra paesaggi memorabili del sud della Toscana, della Sabina e della Tuscia. In una delle sequenze iniziali del film, Eugenia, l’interprete di Andrej Gorcakov, entra nella duecentesca cripta della Chiesa di San Pietro a Tuscania (VT) dove assiste alla processione di una statua della Madonna. Si suppone, nel film, che la chiesa custodisca la Madonna del Parto, capolavoro di Piero della Francesca che tuttavia si trova in un museo di Monterchi (AR).

Non è invece in Russia, ma nella campagna umbra che il regista riproduce le sequenze relative all’infanzia del protagonista nel suo villaggio d’origine: il fiume che si vede avvolto nella nebbia in una piccola vallata è un’ansa del Tevere, nei pressi del Parco archeologico di Otriculum a Otricoli (TR).

Una parte significativa del film è ambientata e girata a Bagno Vignoni, borgo della Val d’Orcia (SI) che ha una una vasca termale nella centrale Piazza delle Sorgenti. Qui Andrej incontrerà il “matto” Domenico e qui adempierà alle sue volontà sul finale del film. Il casale in cui vive, che secondo la finzione scenica dovrebbe essere nei pressi del borgo, è in realtà la Badia di Santa Maria della Gloria, antico monastero nei pressi di Anagni (FR). Tuttavia l’esterno della casa, visibile nella sequenza della liberazione della famiglia in cui il bambino scappa via, mostra Piazza della Collegiata a Faleria (VT). Il borgo medievale che affiora dalla nebbia in lontananza è invece quello di Calcata (VT).

Dopo aver discusso con Eugenia, Andrej vaga solitario ed entra in una suggestiva chiesa diroccata e parzialmente sommersa nell’acqua dove dialoga con una bambina. Si tratta di San Vittorino, la “chiesa che sprofonda” nell’omonima frazione di Cittaducale (RI). Qui l’uomo si addormenta e nel sogno si ritrova altrove, nell’Abbazia scoperchiata di San Galgano, a Chiusdino (SI).

Varie infine le location romane. Ancora in sogno Andrej si ritrova in un vicolo accanto ad un vecchio mobile abbandonato, vi si specchia e ritrova Domenico: siamo in Vicolo della Campanella, nel centro storico di Roma. Il palazzo dove Andrej alloggia si trova in Via dei Condotti. Ritroviamo Domenico in Piazza del Campidoglio dove ha organizzato una plateale messa in scena assieme ad altri malati di mente disposti come statue sulla scalinata che porta alla Protomoteca e dove, al culmine di un concitato discorso in cima alla statua equestre, si dà fuoco.


Italy for Movies è il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva. Un progetto lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo), realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.
CREDITS
info@italyformovies.it