La finestra di fronte

Giovanna, insoddisfatta della propria vita e del proprio matrimonio, conosce e si innamora del vicino di casa Lorenzo. Il rapporto tra i due diventa più profondo quando iniziano ad indagare sull’identità di un vecchio che ha perso la memoria ed è ossessionato dal ricordo di alcuni episodi risalenti al 1943.

Genre

Film drammatico

Directed by

Ferzan Ozpetek

Cast

Giovanna Mezzogiorno, Raoul Bova, Filippo Nigro, Serra Yilmaz, Massimo Girotti, Barbara Folchitto, Benedetta Gargari, Flavio Insinna, Ivan Bacchi, Lucianna De Falco, Massimo Poggio, Olimpia Carlisi, Patrizia Loreti, Veronica Bruni, Rosaria De Cicco, Elisabeth Kaza, Billo Thiernothian, Carlo Daniele, Enrico Grassi, Maria Grazia Bon, Ohame Brancy Chibuzo, Serena Habtom Mehari

Country of production

Italia, UK, Turchia, Portogallo

Year

2003

Production

R&C Produzioni

Awards

David di Donatello 2003: Miglior film a Gianni Romoli, Tilde Corsi e Ferzan Özpetek – Miglior attrice protagonista a Giovanna Mezzogiorno – Miglior attore protagonista a Massimo Girotti – Migliore colonna sonora a Andrea Guerra – David scuola a Ferzan Özpetek / Nastro d'argento 2003: Miglior attrice protagonista a Giovanna Mezzogiorno – Miglior soggetto a Gianni Romoli e Ferzan Özpetek – Migliore canzone originale (Gocce di memoria) a Giorgia
La finestra di fronte

Places


Dopo un flashback che ci porta in un panificio nel 1943, la scena si sposta ai giorni nostri: Giovanna (Mezzogiorno) e Filippo (Nigro) stanno discutendo dopo aver fatto la spesa mentre attraversano Ponte Sisto, lasciandosi alle spalle il ghetto di Roma, quando si imbattono in un anziano signore in difficoltà e decidono di portarlo nel loro appartamento in un palazzo di via Donna Olimpia, nel quartiere Monteverde. Piano piano si dipana dinanzi a Giovanna e al suo vicino Lorenzo (Raoul Bova), la storia di Davide (Massimo Girotti), e del suo amore, clandestino proprio come quello che sboccia tra i due giovani. Si conoscono in un locale al rione Testaccio, in piazza dell’Emporio, e partono alla ricerca del vecchio, che ritrovano, confuso, seduto ai piedi della vicina fontana delle Anfore.

È a questo punto che i due giovani decidono di indagare sul passato di Davide: il loro primo appuntamento è ai tavolini del Bartaruga, in piazza Mattei, dominata, la vediamo in un fotogramma alle spalle di Giovanna, dalla fontana delle Tartarughe. Il viaggio a ritroso di Giovanna e Lorenzo parte dal ghetto, da via Paganica, sede del negozio di stoffe in cui la sera precedente Davide era crollato sotto il peso dei ricordi; a pochi passi si trova piazza Paganica, dove in un flashback Davide ricorda una bambina che assiste alla deportazione della madre. Il viaggio conduce Giovanna a casa di Davide, in piazza in Piscinula, a Trastevere, dove scopre che l’uomo è stato un famoso pasticciere, e si conclude nell’antico rione Campitelli, che comprende il Parco di Monte Caprino, dove Giovanna e Lorenzo si scambiano un bacio. Nello stesso parco, all’ombra del Teatro di Marcello, una fontana celava i biglietti e le lettere d’amore che Davide e Simone si scambiavano 60 anni prima.


Italy for Movies is the national portal for locations and film and audiovisual production incentives. A project launched in 2017 by the Directorate Generals for Film and Tourism of the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism, and run by Istituto Luce Cinecittà in partnership with the Italian Film Commissions Association.
CREDITS
info@italyformovies.it