L'Alligatore

L’Alligatore, soprannome che gli deriva dal suo passato di cantante, è Marco Buratti che, scontata una pena in carcere da innocente, e spinto da una ossessione per la giustizia, ha imparato a muoversi ai limiti della legalità nel sottobosco della criminalità del nord-est con l’intento di stanare crimini e misfatti.

Genre

Serie tv – 4 episodi

Directed by

Daniele Vicari, Emanuele Scaringi

Cast

Matteo Martari, Thomas Trabacchi, Valeria Solarino, Gianluca Gobbi, Fausto Maria Sciarappa, Eleonora Giovanardi, Andrea Gherpelli, Shalana Santana, Renato Marchetti, Maya Talem

Country of production

Italia

Year

2020

Production

Rai Fiction, Fandango
L'Alligatore

Places


L’Alligatore è un soprannome che calza a pennello per Marco Buratti, che, dopo aver trascorso alcuni anni in carcere per un crimine che non ha commesso, ha imparato a muoversi perfettamente nelle fosche paludi in cui regna il malaffare. Come un vero alligatore, che si trova a suo agio un po’ in apnea, un po’ fuor d’acqua, Marco si muove a filo d’acqua, ai margini della legalità. L’Alligatore, personaggio nato dalla penna di Massimo Carlotto, ha il volto e la voce – dai toni bassi e rauchi di chi ha frequentato i luoghi più umidi e fumosi del nord est – del veneto Matteo Martani e si muove principalmente tra i canali della laguna Veneta. L’atmosfera emotiva è data dalla musica, curata da Teho Teardo che ha scelto una raccolta di quel blues che si suona per le strade e nelle case della Lousiana, quello delle voci roche e crude che sembra venire direttamente dall’anima dolente dell’Alligatore.

Ed è così che seguendo lui, accompagnati da questa musica, con una fotografia dai toni del marrone e del verde, sembra quasi di esserci, in quella Lousiana “triste” cantata in blues. In particolare, nella serie calchiamo le province di Padova e Venezia. Di Padova ritroviamo l’Orto Botanico, dove lavora Marielita, il Castello Carrarese, le piazze delle Erbe, della Frutta e dei Signori e il caffè Pedrocchi, il Prato della Valle e l’ex cinema Quirinetta. Ma i protagonisti si muovono anche tra vigneti, casali, e ville dei Colli Euganei, l’aviosuperficie di Bagnoli di Sopra (da qui parte la danzatrice del ventre Sylvie dopo aver salvato la prostituta sbagliata) e Montegrotto Terme. Bellissima la lunga e stretta fascia di terra contornata da mare e laguna di Cavallino e, sul Delta del Po, e le località di Porto Viro e Albarella. Location molto frequente è la lussuosa dimora di Tristano Castelli, il cattivo della serie, che è Villa Barbarigo, seicentesco edificio di Valsanzibio di Galzignano Terme nel padovano. Nel suo parco, tra giochi d’acqua e un labirinto si esibisce Greta (Valeria Solarino) cantante di blues e grande amore di Buratti.

Nella puntata intitolata Il maestro di Nodi, l’alligatore e il suo socio Beniamino Rossini sono in trasferta a Roma, nel quartiere Eur, di cui scorgiamo il cosiddetto Colosseo Quadrato, l’Obelisco di piazza Marconi e il centro congressi La Nuvola di Fuksas.


Italy for Movies is the national portal for locations and film and audiovisual production incentives. A project launched in 2017 by the Directorate Generals for Film and Tourism of the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism, and run by Istituto Luce Cinecittà in partnership with the Italian Film Commissions Association.
CREDITS
info@italyformovies.it