VENETO: PROSSIMO CIAK PER PUPI AVATI TRA LE ASPETTATIVE PER LA NUOVA FILM COMMISSION
Veneto: prossimo ciak per Pupi Avati tra le aspettative per la nuova film commission

Pupi Avati torna a girare per il grande schermo e insieme a lui le località del Veneto. Verso la fine di luglio sono infatti previste sei settimane di riprese del suo nuovo film, Il signor Diavolo, tratto dall’omonimo romanzo dello stesso regista. Una storia dai tratti oscuri per un thriller in cui dei ragazzini e un ispettore devono far luce su un delitto insolito, un caso sempre in bilico tra religione e superstizione. Tra le location ci saranno sicuramente alcuni comuni del Polesine, la zona in provincia di Rovigo compresa tra i fiume Adige e Po.

Un territorio quello veneto che, ricordiamo, potrà ora contare su una nascente Film commission, che si è da poco aggiudicata la dotazione di 5 milioni di euro provenienti da fondi Por-Fesr, attraverso i quali avviare finalmente l’attività di sostegno economico e logistico alle produzioni audiovisive italiane e straniere.

Le opportunità, come confermano le esperienze già maturate da altre regioni, possono essere molte, soprattutto se si attiva quel circolo virtuoso che porterebbe, secondo uno studio di Jfc del 2016, al riversamento sul territorio del 38,3% del budget complessivo di un film. Grazie anche ad un’accurata scelta delle opere audiovisive da finanziare, che tenga conto della loro qualità e del loro potenziale in termini di promozione delle location interessate, il risultato potrebbe presentare anche un rapporto di investimento di 1 a 4, se non maggiore.

A conferma di questo l’affermazione del produttore Francesco Bonsembiante, secondo cui per ogni euro speso a sostegno del settore audiovisivo se ne generano 11 sul territorio coinvolto. Si spera dunque che per il Veneto questa sia la volta buona.

Italy for Movies is the national portal for locations and film and audiovisual production incentives. A project launched in 2017 by the Directorate Generals for Film and Tourism of the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism (become Ministry for Cultural Heritage and Activities with legislative decree n. 86 of 12/07/2018, subsequently converted into Law 97/2018 with modifications which transferred all the functions and responsibilities relating to Tourism to the Ministry of Agriculture and Forestry), and run by Istituto Luce Cinecittà in partnership with the Italian Film Commissions Association.
CREDITS
info@italyformovies.it