IL TURISMO CULTURALE E CREATIVO AL CENTRO DELLA TRASFORMAZIONE DEL SETTORE
Il turismo culturale e creativo al centro della trasformazione del settore

Quali cambiamenti hanno investito il settore turistico a seguito della rivoluzione digitale? Quali rischi e opportunità vanno valutate e integrate nelle politiche pubbliche? Se ne è parlato al convegno Dal locale al globale: innovazioni, tendenze e strategie nel turismo alla presenza di Bernabò Bocca (Presidente Federalberghi), Stefano Fiori (Unindustria), Armando Peres (Presidente Comitato Turismo - OCSE) e Pietro Antonio Valentino (Vice Presidente Economia della Cultura).

Il ruolo del turismo per l’economia globale è particolarmente rilevante, se si pensa che attualmente, secondo l’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO), a spostarsi nel mondo sono 1,2 miliardi di viaggiatori, che saranno addirittura 2 miliardi entro il 2030, con una crescita annua del 4%. L’esigenza di individuare le nuove dinamiche del turismo e le relative problematiche, per vederle al più presto tramutate in buone pratiche e soluzioni efficaci è particolarmente sentita anche nel nostro paese, che nel 2017 si conferma quinta destinazione mondiale e genera, secondo il Rapporto dell’Associazione Civita L’arte di produrre Arte. Competitività e innovazione nella Cultura e nel Turismo circa 186 miliardi di euro l’l’11,1% del Pil e 2,8 milioni posti di lavoro.

Il settore turistico nel suo complesso deve però tener testa a nuove sfide: dall'elevata competitività, all'introduzione di nuove strategie che tematizzino e incrementino l’attrattività dei territori, fino alla più recente necessità di regolamentare i nuovi servizi di booking online. Si evidenziano trasformazioni importanti anche nel campo del turismo culturale, che grazie alle nuove tecnologie e alla sharing economy, vede ridefinire i ruoli e le esperienze turistiche, fino ad arrivare a parlare di “turismo creativo”. I nuovi fruitori possono dunque essere attratti dalle più comuni attività culturali, ma anche dalle specificità di un territorio (la moda, il design, l’artigianato e l’enogastronomia) o dalla suggestione evocata dalle opere audiovisive, generando quel fenomeno ormai noto come cineturismo.

Italy for Movies is the national portal for locations and film and audiovisual production incentives. A project launched in 2017 by the Directorate Generals for Film and Tourism of the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism (become Ministry for Cultural Heritage and Activities with legislative decree n. 86 of 12/07/2018, subsequently converted into Law 97/2018 with modifications which transferred all the functions and responsibilities relating to Tourism to the Ministry of Agriculture and Forestry), and run by Istituto Luce Cinecittà in partnership with the Italian Film Commissions Association.
CREDITS
info@italyformovies.it