IL RAPPORTO TRA PRODUZIONI E BENI CULTURALI
Il rapporto tra produzioni e beni culturali

Negli ultimi mesi si è discusso molto del rapporto tra cinema e beni culturali, e delle opportunità e problematiche relative all’uso dei beni per le riprese audiovisive e cinematografiche. È in fase di elaborazione un tariffario che la DG Musei del Mibac sta preparando e condividendo con la DG cinema e le Film Commission che, nonostante le difficoltà, rappresenta una chiara presa di posizione a favore di un sistema armonizzato di accesso e utilizzo dei beni culturali che sia normato e applicato a tutti i beni nazionali.

Nel frattempo, la DG Cinema ha attivato, in seno al Coordinamento nazionale delle FC, un gruppo di lavoro misto, con una rappresentanza di regioni e film commission dedicato proprio all’argomento in questione. Aprire i beni culturali al cinema rappresenta una grossa opportunità per il nostro patrimonio. I beni culturali percepiscono degli incassi per la concessione d’uso per le riprese, ma i benefici maggiori derivano dall’effetto promozione e dall’indotto che l’arrivo di una produzione può portare in una determinata area, in termini di potenziale incremento dei visitatori. Una riflessione valida non solo per musei o aree archeologiche ben noti al grande pubblico internazionale, ma anche e soprattutto per quei beni poco conosciuti in Italia e all’estero che beneficerebbero di promozione pressoché gratuita.

Da un lato le tariffe dovrebbero tener conto della concorrenza internazionale e valutare il mancato incasso alla luce del potenziale ritorno in termini promozionali. Dall’altro, un punto di forza del nostro territorio è la grandissima varietà e qualità di paesaggi. Il nostro patrimonio deve dunque diventare un valore aggiunto ma a tariffe accessibili. Nell’utilizzo dei beni è inoltre importante rispondere alle esigenze di tutela, conservazione, sicurezza e valorizzazione del bene. Su quest’ultimo punto diviene indispensabile il lavoro di mediazione delle film commission.

Italy for Movies is the national portal for locations and film and audiovisual production incentives. A project launched in 2017 by the Directorate Generals for Film and Tourism of the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism (become Ministry for Cultural Heritage and Activities with legislative decree n. 86 of 12/07/2018, subsequently converted into Law 97/2018 with modifications which transferred all the functions and responsibilities relating to Tourism to the Ministry of Agriculture and Forestry), and run by Istituto Luce Cinecittà in partnership with the Italian Film Commissions Association.
CREDITS
info@italyformovies.it