CONNESSIONI MUSEALI: IL PROGETTO PER RILANCIARE IL PATRIMONIO CULTURALE DI SPOLETO E DELLA VALNERINA
Connessioni Museali: il progetto per rilanciare il patrimonio culturale di Spoleto e della Valnerina

Il progetto “Connessioni museali: tra valli e monti, borghi e città” promosso dai Comuni di Spoleto, Sant’Anatolia di Narco, Cerreto di Spoleto, Vallo di Nera, Monteleone di Spoleto e finanziato dalla Regione Umbria con uno stanziamento di 88.080 euro, prevede la realizzazione di un’app, un videogame e una campagna social con l’obiettivo di promuovere e rilanciare il territorio e il suo patrimonio culturale. L’iniziativa, a cui i comuni coinvolti hanno contribuito con un cofinanziamento 22mila euro, si concretizzerà in un percorso allo stesso tempo reale e virtuale in grado di unire luoghi, beni storico-artistici, immateriali e naturalistici. Per l’app verranno ad esempio utilizzate la realtà aumentata, la geolocalizzazione con gps e le funzioni mappa per la sentieristica.

Il progetto intende rivolgersi a tre tipologie di pubblico, quello virtuale e connesso, distante e multilinguistico, i turisti e i gli abitanti del posto che vorranno visitare e tornare a visitare, realmente e in modo personalizzato i musei dell’area. Particolare attenzione è infine rivolta al mondo della scuola e ai percorsi educativi innovativi per gli studenti a cui i musei devono facilitare l’accesso ai contenuti.

Tra gli enti coinvolti ci sono le seguenti realtà spoletine: palazzo Collicola Arti Visive e Museo Carandente, il museo del tessuto e del costume, il laboratorio di scienze della terra, la Casa romana, il museo delle miniere di Morgnano, il museo dell’ex ferrovia Spoleto-Norcia; a cui si aggiungono altre realtà dei comuni coinvolti: il museo della canapa di Sant’Anatolia di Narco, la casa dei racconti di Vallo di Nera, il museo della biga di Monteleone di Spoleto, il centro di documentazione “Il Ciarlatano” e il museo delle mummie a Cerreto di Spoleto (nella foto una panoramica di Spoleto).

Italy for Movies is the national portal for locations and film and audiovisual production incentives. A project launched in 2017 by the Directorate Generals for Film and Tourism of the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism (become Ministry for Cultural Heritage and Activities with legislative decree n. 86 of 12/07/2018, subsequently converted into Law 97/2018 with modifications which transferred all the functions and responsibilities relating to Tourism to the Ministry of Agriculture and Forestry), and run by Istituto Luce Cinecittà in partnership with the Italian Film Commissions Association.
CREDITS
info@italyformovies.it