ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Bando per il sostegno alla produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese con sede in Emilia-Romagna | Italy for Movies
Regionale e Facilities

Bando per il sostegno alla produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese con sede in Emilia-Romagna

Apertura sessioni:

  • 17.06.2024
  •    

Scadenza sessioni:

  • 31.07.2024 Aperto
Salva
Condividi

Descrizione

La Regione Emilia-Romagna riconosce il settore cinematografico e audiovisivo come fattore strategico per lo sviluppo economico, culturale e turistico del territorio, in grado di promuovere identità e coesione sociale, generare ricadute economiche interne, stimolare la crescita occupazionale e valorizzare il territorio in termini di flussi turistici. A tal fine intende supportare la produzione di opere cinematografiche e audiovisive culturali realizzate in Emilia-Romagna, in grado di contribuire allo sviluppo della filiera regionale e alla professionalizzazione dei suoi differenti attori.

Il presente bando si rivolge a imprese di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva con sede in Emilia-Romagna.

Contatti dell'ente

Link al bando Stampa scheda

Scheda tecnica

Produzione

  • Film italiano o coproduzione

Canale di distribuzione

  • Cinema
  • Televisione
  • Web

Fase filiera interessata

  • Produzione

Budget

  • €750.000

Valutazione

  • selettiva

Prodotti eleggibili

  • Lungometraggio
  • Cortometraggio
  • Fiction TV
  • Documentario
  • Animazione
  • Prodotto web

Beneficiari

  • Società di produzione italiana
  • Società di produzione esecutiva italiana
  • Società di produzione con sede legale in Emilia-Romagna

Contributo massimo

Opere cinematografiche e televisive: €150.000
Documentari: €50.000
Opere web e cortometraggi: €25.000

Quota massima sui costi

Tra il 40% ed il 60% delle spese ammissibili

Tipologia contributo

  • Fondo perduto

Requisiti

  • Obbligo di denuncia di inizio lavorazione
  • Spesa minima sul territorio:
    • 30% dei costi totali di produzione
    • 20% in caso di coproduzione internazionale
    • 15% per progetti realizzati interamente con tecniche di animazione

 

  • I beneficiari devono avere sede legale (o operativa da almeno 12 mesi) in Emilia-Romagna e trovarsi in una delle seguenti posizioni:
    1. essere produttore unico;
    2. essere coproduttori con quota di maggioranza del progetto presentato;
    3. essere designato quale produttore delegato alla richiesta di contributo dal/i coproduttore/i, in caso di coproduzioni con quote di pari valore;
    4. figurare come produttore esecutivo del progetto;
    5. essere coproduttore di minoranza, nell’ambito di una compagine produttiva internazionale

Erogazione

  1. La Giunta Regionale, entro 90 giorni dal termine per la presentazione delle domande, con proprio atto provvede:
    1. all’approvazione della graduatoria dei progetti ammissibili al contributo regionale, comprensiva di quelli finanziati ed, eventualmente, di quelli non finanziati per esaurimento dei fondi;
    2. alla quantificazione dei contributi riconosciuti a ciascun soggetto realizzatore dei progetti ammessi al finanziamento;
    3. all’approvazione dell’eventuale elenco dei progetti istruiti con esito negativo, comprensivo delle motivazioni di esclusione.
  2. I contributi previsti dal bando, fino ad esaurimento della dotazione disponibile, sono assegnati, sulla base della posizione in graduatoria, ai progetti ritenuti ammissibili.
  3. La graduatoria sarà pubblicata sul sito internet regionale https://cinema.emiliaromagnacultura.it e http://fesr.regione.emilia-romagna.it/ e comunicata tramite SFINGE2020 ai soggetti che hanno presentato domanda di contributo.
  4. Con successivo atto del RUP si provvederà alla concessione del contributo e all’assunzione dell’impegno di spesa, nel rispetto dei vincoli di bilancio.

Il contributo regionale potrà essere erogato secondo il seguente schema:

  • Stato di avanzamento: 
    • i soggetti beneficiari possono presentare una rendicontazione a stato di avanzamento lavori, al raggiungimento di almeno il 50% delle spese ammissibili previste in fase di candidatura ed effettivamente sostenute;
    • La richiesta dell’erogazione dello stato di avanzamento è facoltativa, si può richiedere una sola volta nel corso dell’attuazione del progetto, tramite l’applicativo SFINGE2020, esclusivamente nel periodo compreso tra il 1° marzo 2025 e il 30 aprile 2025;
    • In questa sede si dovrà presentare una relazione esplicativa del progetto realizzato, un rendiconto finanziario del progetto con le coperture finanziarie dei costi, un rendiconto analitico delle spese ammissibili, copia della documentazione contabile delle spese ammissibili e delle quietanze.
  • Rendicontazione a saldo:
    • La rendicontazione a saldo delle attività realizzate per la produzione della copia campione e delle spese sostenute entro il 31 dicembre 2025 – o il 31 dicembre 2026 per i soli progetti di animazione – dovrà essere presentata tramite l’applicativo SFINGE2020; tale termine può variare in caso di concessione di proroghe;
    • In questa sede si dovrà presentare una relazione esplicativa del progetto realizzato, con piano effettivo delle riprese ed aggiornamento sul piano di distribuzione e marketing, un rendiconto finanziario del progetto con le coperture finanziarie dei costi, un rendiconto analitico delle spese ammissibili, copia della documentazione contabile delle spese ammissibili e delle quietanze.
    • La rendicontazione a saldo potrà essere trasmessa, esclusivamente tramite SFINGE2020, nelle seguenti finestre temporali:
      • dal 1° marzo 2025 al 30 settembre 2025, per tutti i progetti finanziati;
      • dal 1° marzo 2026 al 30 settembre 2026, per i progetti finanziati che abbiano ottenuto una proroga e per i progetti di animazione;
      • dal 1° febbraio 2027 al 30 settembre 2027, per i soli progetti di animazione finanziati o prorogati.

Il termine per la liquidazione è previsto in 80 giorni dal ricevimento della rendicontazione delle spese.

Note

L’inizio delle attività non dovrà avvenire sul territorio regionale, pena l’inammissibilità della domanda, prima del 1° gennaio 2024.

Il termine ultimo per la conclusione del progetto è fissato al 31 dicembre 2025, salvo la concessione di motivate proroghe.

Per i progetti di produzione realizzati integralmente con tecniche di animazione i termini di conclusione del progetto sono fissati al 31 dicembre 2026, salvo la concessione di motivate proroghe.

Le domande di contributo dovranno essere compilate, validate ed inviate alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web SFINGE2020

Bandi in evidenza

Tutti i bandi

News correlate

Tutte le news