Contributi automatici - Legge 220/2016 | Italy for Movies
Nazionale

Contributi automatici - Legge 220/2016

Salva
Condividi

Descrizione

La legge 220 del 14 novembre 2016 “Disciplina del cinema e dell’audiovisivo” istituisce il “Fondo per il cinema e l’audiovisivo” destinato al finanziamento di Credito di imposta, Contributi automatici e contributi selettivi.
I contributi automatici, disciplinati con DM 251 del 15/07/2021 vengono concessi dal Ministero della Cultura alle imprese cinematografiche e audiovisive al fine di concorrere allo sviluppo, produzione e distribuzione, in Italia e all'estero, di nuove opere cinematografiche e audiovisive di nazionalità italiana.
Gli importi sono calcolati in base ai risultati economici, culturali, artistici e di diffusione presso il pubblico nazionale e internazionale ottenuti dalle opere cinematografiche ed audiovisive prodotte o distribuite da ciascuna impresa beneficiaria.
L'importo disponibile, per ciascun anno, è così ripartito:
  • Opere cinematografiche 63% di cui: 
    • 50% per la sottoquota relativa ai risultati economici;
    • 50% per la sottoquota relativa ai risultati culturali e artistici.
  • Opere televisive e web 18% di cui:
    • 50% per la sottoquota relativa ai risultati economici;
    • 50% per la sottoquota relativa ai risultati culturali e artistici.
  • Videogiochi: 4% in relazione ai risultati culturali e artistici.
  • Opere di animazione: 8% in relazione ai risultati economici, culturali e artistici.
  • Distributori internazionali: 5% in relazione ai risultati economici e culturali derivanti dalle vendite e prevendite su mercati diversi dal quello italiano di opere cinematografiche, televisive o web.
  • Editori Home Entertainment: 2% in relazione ai risultati economici e culturali derivanti dalle transazioni in Italia delle opere cinematografiche, televisive o web, su supporto fisico o piattaforme digitali. 

Contatti dell'ente

Link al bando Stampa scheda

Scheda tecnica

Produzione

  • Film italiano o coproduzione

Canale di distribuzione

  • Cinema
  • Televisione
  • Web

Fase filiera interessata

  • Sviluppo
  • Produzione
  • distribuzione

Valutazione

  • automatica

Prodotti eleggibili

  • Lungometraggio
  • Cortometraggio
  • Fiction TV
  • Documentario
  • Animazione
  • Prodotto web

Beneficiari

  • Società di produzione italiana
  • Società di distribuzione italiana o europea
  • Società di distribuzione extraeuropea
  • Editori home entertainment

Quota massima sui costi

I contributi automatici non possono superare il 50% del costo dell'opera audiovisiva oggetto di reinvestimento.

Il limite è innalzato al 60% per le opere di cui all'art. 54 comma 7, lettera a) del regolamento UE n. 651/2014.

Il limite è innalzato al 100% del costo complessivo per:

  • opere di cui all'art. 54 comma 7, lettera b) del regolamento UE n. 651/2014;
  • opere di documentario, opere prime e seconde, di giovani autori o di animazione, dichiarate non in grado di attrarre risorse significative dal settore privato;
  • opere che abbiano ottenuto i contributi selettivi di cui all'articolo 26 della legge 220/2016;
  • opere con un costo complessivo di produzione inferiore a € 2.500.000;
  • film distribuiti in numero di sale inferiore al 20% del totale delle sale attive e dichiarati non in grado di attrarre risorse significative dal settore privato.

Tipologia contributo

  • Fondo perduto

Requisiti

  • Obbligo di richiesta di nazionalità italiana
  • Patrimonio netto minimo: € 40.000 - In caso di cortometraggio € 10.000
  • Apertura di una posizione contabile presso il Ministero.
  • I risultati devono essere stati conseguiti a decorrere dal 1° gennaio 2017.
  • In caso di produzioni o coproduzioni internazionali la quota di diritti di proprietà sull'opera detenuta dal produttore italiano non deve essere inferiore al 20%, ridotta al 10% in caso di coproduzioni multilaterali o bilaterali con costo di produzione complessivo uguale o superiore a 5 milioni di euro.
  • I contributi automatici sono erogati per la realizzazione di nuove opere secondo le seguenti condizioni:
    • a) per le opere cinematografiche, relativamente allo sviluppo, alla produzione, alla distribuzione nazionale e internazionale e alla distribuzione home entertainment;
    • b) per le opere televisive e web, relativamente allo sviluppo, alla produzione, alla distribuzione internazionale e alla distribuzione home entertainment.

Erogazione

All'interno della posizione contabile aperta presso la DG Cinema confluiscono gli importi maturati ogni anno in base ai risultati economici, culturali e artistici di ciascuna delle opere prodotte o distribuite dall'impresa titolare della posizione. Gli importi complessivi accreditati costituiscono il fondo potenziale dell'impresa in base al quale vengono erogati i contributi automatici per lo sviluppo, produzione e distribuzione in Italia e all'estero di nuove opere cinematografiche e audiovisive di nazionalità italiana aventi i requisiti di eleggibilità culturale previsti dalla legge.

L'erogazione avviene su richiesta dell'impresa e, ove possibile, a stati di avanzamento, secondo disposizioni tecniche contenute in apposito decreto del Direttore Generale Cinema e Audiovisivo.

Bandi in evidenza

Tutti i bandi

News correlate

Tutte le news