ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Bando per il sostegno alla produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese nazionali, europee ed extraeuropee – Emilia-Romagna | Italy for Movies
Regionale e Facilities

Bando per il sostegno alla produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese nazionali, europee ed extraeuropee – Emilia-Romagna

Apertura sessioni:

  • 30.01.2024
  • 01.07.2024
  •  

Scadenza sessioni:

  • 29.02.2024 In chiusura
  • 31.07.2024
Salva
Condividi

Descrizione

La Regione Emilia-Romagna riconosce il settore cinematografico e audiovisivo come fattore strategico per lo sviluppo economico, culturale e turistico del territorio, in grado di promuovere identità e coesione sociale, generare ricadute economiche interne, stimolare la crescita occupazionale e valorizzare il territorio in termini di flussi turistici. A tal fine, attraverso l'istituzione del Fondo per l'audiovisivo previsto dall'art. 10 della L.R. 23 luglio 2014, n. 20, intende supportare la produzione di opere cinematografiche e audiovisive culturali realizzate in Emilia-Romagna, in grado di contribuire allo sviluppo della filiera regionale e alla professionalizzazione dei suoi differenti attori.

Il bando destinato alle imprese di produzione nazionali e internazionali prevede due sezioni riferite a distinte tipologie di progetti con specifici requisiti di ammissione, intensità di contributo e criteri di valutazione:

SEZIONE A – Progetti di assoluto rilievo per la valorizzazione della cultura cinematografica, che abbiano requisiti di qualità e di impatto economico del settore.

  1. opere cinematografiche a contenuto narrativo (con durata superiore a 52 minuti), ossia opere destinate prioritariamente alla visione nelle sale cinematografiche;
  2. opere televisive a contenuto narrativo, ossia film (con durata superiore a 52 minuti) o serie (almeno due episodi con durata complessiva pari o superiore a 90 minuti) destinati prioritariamente alla diffusione attraverso un'emittente televisiva.

SEZIONE B

  1. opere cinematografiche a contenuto narrativo (con durata superiore a 52 minuti), ossia opere destinate prioritariamente alla visione nelle sale cinematografiche;
  2. opere televisive a contenuto narrativo, ossia film (con durata superiore a 52 minuti) o serie (almeno due episodi con durata complessiva pari o superiore a 90 minuti) destinati prioritariamente alla diffusione attraverso un'emittente televisiva;
  3. opere web a contenuto narrativo, ossia destinate alla diffuzione mediante fornitori di servizi media audiovisivi (con durata superiore a 52 minuti);
  4. documentari, o serie di documentari.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo per ognuna delle due sessioni di valutazione previste per il 2024.

Contatti dell'ente

Link al bando Stampa scheda

Scheda tecnica

Produzione

  • Film italiano o coproduzione
  • Film straniero

Canale di distribuzione

  • Cinema
  • Televisione
  • Web

Fase filiera interessata

  • Produzione

Budget

  • €1.350.000 (€700.000 I sessione – €650.000 II sessione)

Valutazione

  • selettiva

Prodotti eleggibili

  • Lungometraggio
  • Fiction TV
  • Documentario
  • Animazione
  • Prodotto web

Beneficiari

  • Società di produzione italiana
  • Società di produzione europea
  • Società di produzione extraeuropea
  • Società di produzione esecutiva italiana

Contributo massimo

SEZIONE A: €250.000

SEZIONE B:

  • opere cinematografiche e televisive: €150.000 (€70.000 per opere che effettuano solo 6 gg di riprese)
  • documentari: €50.000
  • opere web: €25.000

Quota massima sui costi

SEZIONE B

  • tra il 40% ed il 60% delle spese ammissibili per la categoria di costo “personale”;
  • tra il 30% ed il 50% delle spese ammissibili per la categoria di costo “beni, servizi e professionisti”; 
  • tra il 50% e il 70% delle spese ammissibili per i costi di produzione della colonna sonora.

Tipologia contributo

  • Fondo perduto

Requisiti

Le richieste di contributo possono essere presentate esclusivamente da imprese di produzione cinematografica e audiovisiva nazionali, europee o extraeuropee, in forma singola, che si trovino in una delle seguenti posizioni:

  1. essere produttore unico;
  2. essere coproduttori con quota di maggioranza del progetto presentato;
  3. essere designato quale produttore delegato alla richiesta di contributo dal/i coproduttore/i, in caso di coproduzioni con quote di pari valore;
  4. figurare come produttore esecutivo del progetto.

Nei casi previsti alle lettere b., c., d. il requisito deve risultare dal contratto, deal memo o lettera di impegno con il produttore principale allegato alla domanda. In ogni caso, il richiedente deve presentare alla Regione, entro 60 giorni dal termine per la presentazione della domanda il contratto sottoscritto tra le parti.

SEZIONE A

Le opere devono soddisfare tutti i seguenti requisiti:

  1. costi complessivi di produzione pari o superiori a €4.000.000;
  2. spese ammissibili sul territorio regionale pari o superiori a €1.000.000;
  3. ambientazione storica o geografica, con riferimenti narrativi o biografici in Emilia-Romagna.

SEZIONE B

Non sono ammessi progetti con costi ammissibili inferiori a €30.000.

OBBLIGHI TERRITORIALI

SEZIONE A

  • dovranno prevedere spese ammissibili sul territorio regionale pari o superiori a €1.000.000.

SEZIONE B

Opere cinematografiche e televisive

  • Dovranno effettuare almeno 6 giorni di riprese sul territorio della regione Emilia-Romagna e soddisfare almeno uno dei seguenti criteri:
    1. realizzare sul territorio dell’Emilia-Romagna almeno il 30% dei giorni di ripresa totali;
    2. sostenere sul territorio dell’Emilia-Romagna almeno il 30% dei costi di produzione preventivati.
  • Per i progetti che si avvalgono di un “autore della musica” residente in Emilia-Romagna le percentuali minime sono ridotte al 20%;
  • I progetti che effettuano almeno 18 giorni di ripresa sul territorio regionale non sono tenuti a soddisfare tali criteri.
  • I progetti che effettuano solo 6 giorni di ripresa, senza soddisfare i requisiti territoriali sopra descritti possono accedere a un contributo ridotto pari a €70.000.

Opere web e documentari

  • dovranno o realizzare sul territorio regionale non meno del 30% dei giorni di ripresa totali o sostenere sul territorio regionale almeno il 30% dei costi totali di produzione preventivati;
  • Per i progetti che si avvalgono di un “autore della musica” residente in Emilia-Romagna, le percentuali minime sono ridotte al 20%.

Erogazione

Il contributo concesso sarà erogato dalla Regione, su espressa richiesta del soggetto beneficiario, tramite la piattaforma Sib@c, con la seguente modalità:

  1. una prima quota (acconto), fino alla concorrenza della parte di contributo relativa alla prima annualità, in proporzione alle differenti tipologie di spese sostenute, per un primo stato di avanzamento delle attività realizzate alla data del 31/12/2024, supportato da apposita relazione e attestazione delle spese. Tale richiesta dovrà pervenire alla Regione secondo le modalità indicate sulla piattaforma Sib@c entro il 31/01/2025; per i progetti a valere sulla Sezione A), tale acconto sarà calcolato (anziché in proporzione alle diverse tipologie di spesa) riconoscendo il 30% delle spese sostenute e non potrà superare i 150.000 euro;
  2.  il saldo a partire dal gennaio 2025, ad ultimazione del progetto e dietro presentazione della documentazione di rendicontazione finale. 

Note

L’inizio delle attività sul territorio regionale dovrà avvenire non prima della data di presentazione della domanda di contributo e comunque nel corso del 2024.

Il termine ultimo per la conclusione del progetto è fissato al 31 dicembre 2025, salvo la concessione di motivate proroghe.

Le comunicazioni di inizio e conclusione attività, a firma del legale rappresentante, dovranno essere inviate secondo le modalità indicate sulla piattaforma Sib@c.

Cronoprogramma delle attività:

  • I progetti presentati a valere su entrambe le sessioni del presente bando dovranno prevedere una quota di attività compresa tra il 70% e il 90% da realizzare sul territorio regionale nel corso del 2024, e la rimanente quota nel 2025.

Bandi in evidenza

Tutti i bandi

News correlate

Tutte le news