ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Anna | Italy for Movies
cineturismo, location, cinema, turismo, film tourism, movie tourism, Anna, serie tv, tv series, Ammaniti, Palermo, bagheria, Palazzo Pretorio, Palazzo Branciforte, Politeama, opera dei pupi, Vucciria, monte Pellegrino, Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Salemi, Belice, Gibellina, Santa Ninfa, Mazara, Villa Valguarnera, Palazzo Cutò, diga Rosamarina, lago Rosamarina, Caccamo, Etna, Crateri Barbagallo, Santa Teresa di Riva, Pilone di Torre Faro, Messina, Stretto di Messina, Stretto, Cinecittà, Sicilia, Sicily, Italy for Movies

Anna

Genere

Serie tv - 6 episodi

Cast

Giulia Dragotto, Alessandro Pecorella, Elena Lietti, Clara Tramontano, Giovanni Mavilla, Roberta Mattei

Regia

Niccolò Ammaniti

Anna

Genere

Serie tv - 6 episodi

Cast

Giulia Dragotto, Alessandro Pecorella, Elena Lietti, Clara Tramontano, Giovanni Mavilla, Roberta Matt

Regia

Niccolò Ammaniti
Salva
Condividi

I luoghi

Il romanzo Anna di Niccolò Ammaniti è stato pubblicato nel 2015. Il mondo reale avrebbe conosciuto le conseguenze nefaste dell’epidemia da Covid-19 sei mesi dopo l’inizio delle riprese dell’omonima serie tv.

Nelle prime sequenze della serie ritroviamo un mondo alle prese con una pandemia che ha sterminato gli adulti. Palermo è la principale ambientazione, introdotta da una panoramica di una città in macerie, avvolta da un silenzio surreale, abbandonata a se stessa: il Teatro Politeama Garibaldi in piazza Ruggero è semidistrutto dall’incuria.

Mentre Anna (Giulia Dragotto) cerca di sopravvivere ad un gruppo di ragazzi conosciuti come i Blu e alle angherie della loro leader, l'adolescente Angelica, il fratellino Astor (Alessandro Pecorella) percorre una città della quale, tra rifiuti e automobili abbandonate, si riconoscono alcuni scorci: la scalinata che porta a Palazzo Pretorio invasa da cumuli di abiti abbandonati, in cui le uniche forme di vita sono gabbiani e cani randagi in cerca di cibo; il cinquecentesco Palazzo Branciforte, dove Astor incontra un altro bambino e scopre l'arte dell’opera dei pupi; la passeggiata della Marina; la fiera del Mediterraneo “camuffata” in interni ed esterni per simulare un quartiere abbandonato; l’ippodromo La Favorita; la discesa Caracciolo del mercato storico Vucciria; l’area del porto e dei cantieri navali. “Dio c’era” è la scritta che campeggia su uno striscione improvvisato in piazza Giulio Cesare, quasi un monito per chi oltrepassa l’ingresso monumentale di via Roma: sullo sfondo lo skyline del monte Pellegrino protegge quel che resta dell’abitato. Anche il tratto più sporgente del lungomare Amerigo Vespucci di Isola delle Femmine, comune della città metropolitana di Palermo, ha prestato i propri scorci alle esigenze sceniche.

I Blu, capeggiati da Angelica, risiedono a Villa Valguarnera a Bagheria

Attraverso continui flashback si scopre come tutto è iniziato: la gente inizia a morire lentamente, colta da una tosse che non lascia scampo e con la pelle ricoperta di macchie. Il virus che sta creando questo scempio si chiama “la Rossa”. Il Liceo Classico Internazionale Giovanni Meli, è nella finzione la scuola elementare frequentata dalla piccola Anna.

Tantissimi gli spazi verdi o le strade secondarie, non sempre riconoscibili, utilizzati per rappresentare un’isola post apocalittica dove la natura ha ripreso possesso dei propri spazi, abitata da animali e comunità sparse di piccoli sopravvissuti, tutti sotto i 14 anni, dove le regole del passato non valgono più sostituite dalla legge del più forte: Porto Empedocle, nell’agrigentino; Salemi e la verdeggiante valle del Belice, travolta dal terremoto del 1968, con le limitrofe località di Gibellina e Santa Ninfa; Mazara del Vallo dove è visibile il tratto di lungomare con la chiesetta di San Vito Martire.

La comunità guidata da Angelica (Clara Tramontano) ha come base la villa dove un tempo viveva con i genitori e la sorella – identificabile con Villa Valguarnera a Bagheria – trasformata in uno spettrale “teatro vivente”, dove si scimmiottano i reality show che in un passato lontano invadevano le emittenti televisive e si compiono riti ancestrali e crudeli sottomissioni, in cui i premi e le punizioni in palio coincidono con la vita e la morte. L’altra dimora del Settecento di Bagheria visibile nella serie, “nascosta” da montagne di abiti dismessi, è Palazzo Cutò.

Pietro crede che le anime dei morti cerchino pace sull'Etna

Il lago chiamato “il canneto” che accoglie la casa-roulotte di Pietro (Giovanni Mavilla), l’unico amico di Anna, è in realtà la diga Rosamarina di Caccamo, il bacino artificiale più grande della Sicilia. Il ragazzo è cresciuto con la convinzione che le anime dei morti vanno verso l’Etna, passano attraverso il cratere e entrano in una dimensione in cui sono finalmente libere ed è qui che decide di dirigersi assieme ad Anna, con la speranza di veder fluttuare alcune di queste anime: per girare le scene sul vulcano, la troupe si è spinta a 3000 metri di quota, sul versante sud, dove si trovano i crateri Barbagallo.

Nel messinese, un autogrill dismesso, “Barracca Ovest”, sull’A18 Messina-Catania nei pressi di Santa Teresa di Riva, ha inscenato un luogo in cui un tempo scorreva la vita, ora abbandonato. Il continente è l’unica speranza di Anna per trovare una salvezza: forse dall’altra parte di quel tratto di mare che separa Sicilia e Calabria esiste ancora qualche adulto e magari una cura per il virus! La troupe ha girato nei pressi del pilone di Torre Faro, il traliccio della linea elettrica in disuso che svetta sullo stretto di Messina.

Alcune scene sono state infine girate anche all'interno degli studios di Cinecittà.

I luoghi

Il romanzo Anna di Niccolò Ammaniti è stato pubblicato nel 2015. Il mondo reale avrebbe conosciuto le conseguenze nefaste dell’epidemia da Covid-19 sei mesi dopo l’inizio delle riprese dell’omonima serie tv.

Nelle prime sequenze della serie ritroviamo un mondo alle prese con una pandemia che ha sterminato gli adulti. Palermo è la principale ambientazione, introdotta da una panoramica di una città in macerie, avvolta da un silenzio surreale, abbandonata a se stessa: il Teatro Politeama Garibaldi in piazza Ruggero è semidistrutto dall’incuria.

Mentre Anna (Giulia Dragotto) cerca di sopravvivere ad un gruppo di ragazzi conosciuti come i Blu e alle angherie della loro leader, l'adolescente Angelica, il fratellino Astor (Alessandro Pecorella) percorre una città della quale, tra rifiuti e automobili abbandonate, si riconoscono alcuni scorci: la scalinata che porta a Palazzo Pretorio invasa da cumuli di abiti abbandonati, in cui le uniche forme di vita sono gabbiani e cani randagi in cerca di cibo; il cinquecentesco Palazzo Branciforte, dove Astor incontra un altro bambino e scopre l'arte dell’opera dei pupi; la passeggiata della Marina; la fiera del Mediterraneo “camuffata” in interni ed esterni per simulare un quartiere abbandonato; l’ippodromo La Favorita; la discesa Caracciolo del mercato storico Vucciria; l’area del porto e dei cantieri navali. “Dio c’era” è la scritta che campeggia su uno striscione improvvisato in piazza Giulio Cesare, quasi un monito per chi oltrepassa l’ingresso monumentale di via Roma: sullo sfondo lo skyline del monte Pellegrino protegge quel che resta dell’abitato. Anche il tratto più sporgente del lungomare Amerigo Vespucci di Isola delle Femmine, comune della città metropolitana di Palermo, ha prestato i propri scorci alle esigenze sceniche.

I Blu, capeggiati da Angelica, risiedono a Villa Valguarnera a Bagheria

Attraverso continui flashback si scopre come tutto è iniziato: la gente inizia a morire lentamente, colta da una tosse che non lascia scampo e con la pelle ricoperta di macchie. Il virus che sta creando questo scempio si chiama “la Rossa”. Il Liceo Classico Internazionale Giovanni Meli, è nella finzione la scuola elementare frequentata dalla piccola Anna.

Tantissimi gli spazi verdi o le strade secondarie, non sempre riconoscibili, utilizzati per rappresentare un’isola post apocalittica dove la natura ha ripreso possesso dei propri spazi, abitata da animali e comunità sparse di piccoli sopravvissuti, tutti sotto i 14 anni, dove le regole del passato non valgono più sostituite dalla legge del più forte: Porto Empedocle, nell’agrigentino; Salemi e la verdeggiante valle del Belice, travolta dal terremoto del 1968, con le limitrofe località di Gibellina e Santa Ninfa; Mazara del Vallo dove è visibile il tratto di lungomare con la chiesetta di San Vito Martire.

La comunità guidata da Angelica (Clara Tramontano) ha come base la villa dove un tempo viveva con i genitori e la sorella – identificabile con Villa Valguarnera a Bagheria – trasformata in uno spettrale “teatro vivente”, dove si scimmiottano i reality show che in un passato lontano invadevano le emittenti televisive e si compiono riti ancestrali e crudeli sottomissioni, in cui i premi e le punizioni in palio coincidono con la vita e la morte. L’altra dimora del Settecento di Bagheria visibile nella serie, “nascosta” da montagne di abiti dismessi, è Palazzo Cutò.

Pietro crede che le anime dei morti cerchino pace sull'Etna

Il lago chiamato “il canneto” che accoglie la casa-roulotte di Pietro (Giovanni Mavilla), l’unico amico di Anna, è in realtà la diga Rosamarina di Caccamo, il bacino artificiale più grande della Sicilia. Il ragazzo è cresciuto con la convinzione che le anime dei morti vanno verso l’Etna, passano attraverso il cratere e entrano in una dimensione in cui sono finalmente libere ed è qui che decide di dirigersi assieme ad Anna, con la speranza di veder fluttuare alcune di queste anime: per girare le scene sul vulcano, la troupe si è spinta a 3000 metri di quota, sul versante sud, dove si trovano i crateri Barbagallo.

Nel messinese, un autogrill dismesso, “Barracca Ovest”, sull’A18 Messina-Catania nei pressi di Santa Teresa di Riva, ha inscenato un luogo in cui un tempo scorreva la vita, ora abbandonato. Il continente è l’unica speranza di Anna per trovare una salvezza: forse dall’altra parte di quel tratto di mare che separa Sicilia e Calabria esiste ancora qualche adulto e magari una cura per il virus! La troupe ha girato nei pressi del pilone di Torre Faro, il traliccio della linea elettrica in disuso che svetta sullo stretto di Messina.

Alcune scene sono state infine girate anche all'interno degli studios di Cinecittà.

Sfoglia la gallery

Scheda tecnica

Genere
Serie tv - 6 episodi
Regia
Niccolò Ammaniti
Cast
Giulia Dragotto, Alessandro Pecorella, Elena Lietti, Clara Tramontano, Giovanni Mavilla, Roberta Mattei
Paese di produzione
Italia
Anno
2021
Produzione

Wildside, ARTE France, The New Life Company, Kwaï

Trama

Tutti gli adulti sono stati sterminati dal virus "la Rossa", e la Terra è abitata solo da branchi di bambini selvaggi. In una Sicilia post apocalittica, nascosti in un bosco, vivono Anna e il fratellino Astor. Un giorno Anna esce per cercare da mangiare e quando torna Astor non c’è più. Per ritrovarlo inizia un viaggio avventuroso tra ciò che resta del mondo.

Le location

Cinecittà Studi Cinematografici
Regione: Lazio Tipologia: Studio di produzione Territorio: città, periferia
Cretto di Burri — Gibellina
Regione: Sicilia Tipologia: Monumento Territorio: collina, paese
Palermo
Regione: Sicilia Tipologia: Città Territorio: mare
Piazza Marina – Palermo
Regione: Sicilia Tipologia: Piazza Territorio: centro storico, città
Porto di Messina
Regione: Sicilia Tipologia: Porto Territorio: città, mare
Stretto di Messina
Regione: Calabria Tipologia: Lungomare Territorio: città, mare
Teatro dell’Opera dei Pupi – Palermo
Regione: Sicilia Tipologia: Teatro Territorio: centro storico, città

Scopri le opere girate negli stessi luoghi

Tutte le opere
1977: Radio Aut
Visual novel
Addio giovinezza
Film commedia
Regia: Ferdinando Maria Poggioli
Amarcord
Film commedia 
Regia: Federico Fellini
America Latina
Film thriller
Regia: Damiano D'Innocenzo, Fabio D'Innocenzo
Battlefield 1942: The Road to Rome (Game)
Sparatutto in prima persona
Boris 4
Serie tv - 8 episodi
Regia: Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo
Catch-22
Serie tv – 6 episodi
Regia: George Clooney, Grant Heslov, Ellen Kuras
Come il vento
Film drammatico
Regia: Marco Simon Puccioni
Dante
Film biografico, storico
Regia: Pupi Avanti
Dante Ferretti scenografo italiano
Documentario
Regia: Gianfranco Giagni
Day of Defeat (Game)
Sparatutto in prima persona
Domina
Serie tv – 8 episodi
Regia: Claire McCarthy, David Evans, Debs Paterson
È arrivata la felicità
Serie tv – 24 episodi
Regia: Riccardo Milani, Francesco Vicario
E la nave va
Film commedia
Regia: Federico Fellini
Esterno Notte
Serie tv - 6 episodi
Regia: Marco Bellocchio
Everest
Film drammatico 
Regia: Baltasar Kormákur
Fedeltà
Serie tv - 6 episodi
Regia: Andrea Molaioli, Stefano Cipani
Fellini Satyricon
Film storico, grottesco
Regia: Federico Fellini
Gangs of New York
Film drammatico
Regia: Martin Scorsese
Ginger e Fred
Film commedia
Regia: Federico Fellini
Giulietta degli Spiriti
Film drammatico, grottesco
Regia: Federico Fellini
Gli anni più belli
Film drammatico
Regia: Gabriele Muccino
Guerra e Pace
Film storico
Regia: King Vidor
Habemus Papam
Film commedia
Regia: Nanni Moretti
House of Gucci
Film biografico
Regia: Ridley Scott
I due Papi
Film biografico
Regia: Fernando Meirelles
Il cacciatore
Serie tv - 12 episodi
Regia: Stefano Lodovichi, Davide Marengo
Il Casanova di Federico Fellini
Film biografico, grottesco
Regia: Federico Fellini
Il divo
Film biografico
Regia: Paolo Sorrentino
Il Gattopardo
Film storico
Regia: Luchino Visconti
Il nome della rosa (serie tv)
Serie tv – 8 episodi
Regia: Giacomo Battiato
Il padre d'Italia
Film drammatico
Regia: Fabio Mollo
Il professor Cenerentolo
Film commedia
Regia: Leonardo Pieraccioni
Il ritorno di don Camillo
Film commedia
Regia: Julien Duvivier
Il talento di Mr. Ripley
Film drammatico, thriller
Regia: Anthony Minghella
Il traditore
Film biografico, drammatico
Regia: Marco Bellocchio
Imma Tataranni – Sostituto procuratore
Serie tv
Regia: Francesco Amato
Incastrati
Serie tv - 6 episodi
Regia: Salvatore Ficarra, Valentino Picone
Iron Wings (Game)
Simulatore di volo
L'abbuffata
Film commedia
Regia: Mimmo Calopresti
L'ombra di Caravaggio
Film drammatico, storico, biografico
Regia: Michele Placido
La città delle donne
Film commedia, fantastico
Regia: Federico Fellini
La dolce vita
Film drammatico
Regia: Federico Fellini
La mia casa è piena di specchi
Miniserie tv - 2 episodi
Regia: Vittorio Sindoni
La passione di Cristo
Film drammatico, storico
Regia: Mel Gibson
La stranezza
Film commedia
Regia: Roberto Andò
Le Sorelle Macaluso
Film drammatico
Regia: Emma Dante
Lei mi parla ancora
Film drammatico
Regia: Pupi Avati
Leonora Addio
Film drammatico
Regia: Paolo Taviani
Lo chiamavano Jeeg Robot
Film drammatico, azione
Regia: Gabriele Mainetti
Loro 1
Film biografico
Regia: Paolo Sorrentino
Loro 2
Film biografico
Regia: Paolo Sorrentino
Luna Nera
Serie tv – 6 episodi
Regia: Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli, Paola Randi
Magnifica presenza
Film commedia
Regia: Ferzan Ozpetek
Miss Marx
Film biografico
Regia: Susanna Nicchiarelli
Non ci resta che piangere
Film commedia
Regia: Massimo Troisi, Roberto Benigni
Nuovo Cinema Paradiso
Film drammatico
Regia: Giuseppe Tornatore
Palermo Shooting
Film drammatico
Regia: Wim Wenders
Power of Rome
Documentario
Regia: Giovanni Troilo
Prova d'orchestra
Film commedia, grottesco
Regia: Federico Fellini
Qualunquemente
Film commedia
Regia: Giulio Manfredonia
Rainbow Six 3: Raven Shield (Game)
Sparatutto in terza persona
Reality
Film drammatico
Regia: Matteo Garrone
Romeo e Giulietta
Film drammatico
Regia: Franco Zeffirelli
Salvo
Film drammatico
Regia: Fabio Grassadonia, Antonio Piazza
Six Underground
Film azione, thriller
Regia: Michael Bay
Spaccaossa
Film drammatico
Regia: Vincenzo Pirrotta
Stanley Tucci: Searching for Italy
Serie tv - 2 stagioni
Regia: Satiyesh Manoharajah, Neil Ferguson, Chiara Messineo, Archie Powell, Chloë Avery
The New Pope
Serie tv – 9 episodi
Regia: Paolo Sorrentino
The Young Pope
Serie tv – 10 episodi 
Regia: Paolo Sorrentino
Titus
Film drammatico
Regia: Julie Taymor
Tolo Tolo
Film commedia
Regia: Luca Medici
Zoolander 2
Film commedia
Regia: Ben Stiller

News correlate

Tutte le news